Febbraio 20

Se sei un artista, il marketing è l’ultima cosa che ti serve

Se sei un artista, il marketing è l'ultima cosa che ti serve.

Non intendo che il marketing non serva eh, attenzione, dopotutto noi ci occupiamo di quello, seppur adattato al mondo dell'arte.

Ed è indubbio, che il marketing a un artista serve, se vuole fare dei soldi con la sua musica.

Quello che ti sto dicendo è che il marketing, non è la prima cosa a cui dovresti pensare, perché prima ci sono cose molto più importanti.

E senza queste 2 cose molto più importanti, di cui sto per parlarti, il marketing non funziona.

Sarebbe come occuparsi delle foglie di un albero, tralasciando le radici e il tronco.

Sarebbe come discutere di quale frutta vuoi nel catering delle tue date, se manco hai le date.

Ma quali sono queste due cose?

La prima è il Mindset.

Noi artisti, siamo pieni di autosabotaggi e di paranoie, e qui davanti a voi avete il premio Nobel degli autosabotaggi.

Ognuno di noi, ha dentro di se, 7 demoni, che fanno di tutto per mandare all'aria il suo progetto: dalla procrastinazione all'incostanza, passando dalla paura delle critiche, dalla paura di essere in ritardo, ecc

E io li ho avute tutti eh, e tutt'ora combatto con alcuni di loro.

E non mi è mai capitato di parlare con un artista che non li avesse.

E capisci bene, che non serve molto fare un'inserzione con un mega slogan, se poi la interrompi 2 giorni dopo per le tue paranoie.

La seconda cosa è un aspetto un pochino più “spirituale” diciamo, e sei tratta della Vocazione.

In poche parole: capire chi sei, e perché sei al mondo.

O come dicono gli induisti, trovare il tuo Dharma, cioè quella cosa che ti piace fare, che sei bravo a fare, e che è utile al mondo. Quella cosa per cui sei disposto a morire, perché altrimenti la tua vita non ha senso.

Quante volte hai sentito musicisti che a parole vogliono sfondare ma poi nei fatti no? E' praticamente la storia della mia vita con tutte le band che ho avuto. Perché è facile volere l'obiettivo quando si tratta di prendere le cose belle, un po meno quando si tratta di soffrire e fare fatica.

Di conseguenza, solo chi è ossessionato da quella cosa, e vive per quello, è disposto a sopportare l'Odissea richiesta.

E quando parlo di Vocazione, non intendo solo “la musica”, perchè altrimenti saremmo milioni di persone, tutte diverse, ma con la stessa vocazione. Intendo qualcosa di molto più preciso, qualcosa che è una combinazione di tutti i tuoi talenti, delle tue esperienze, della tua storia...qualcosa di unico.

E una volta che la trovi, innanzitutto sei felice, perché conosci te stesso, e la tua vita finalmente ha un senso.

Poi, sai anche come monetizzare.

E terzo, hai il successo quasi garantito, perché sei letteralmente nato per quello.

E anche in questo caso, capisci bene che il marketing non serve a niente, se prima non sai chi sei e cosa vuoi.

E anche la tua identità artistica, sarà una conseguenza della tua Vocazione.

Quindi, per concludere, l'ordine da seguire è questo:
1) Innanzitutto, conoscere te stesso e trovare la tua Vocazione, e di conseguenza la tua identità artistica
2) Poi uccidere quei 7 demoni, prima che loro uccidano te e il tuo sogno
3) E infine, infiammare il cielo, cioè far conoscere al mondo il tuo nome, attraverso il marketing, che nel nostro caso è marketing armonico, perché è in accordo con i valori e l'arte dell'artista.

Come vedi, quindi, il marketing è l'ultima cosa a cui dovresti pensare, se vuoi che funzioni.

O almeno questo è ciò che penso e che ho fatto io, e che con me ha funzionato.

E ci credo talmente tanto che ho buttato via tutto quello che stavo facendo con Ronin, per rifare tutto da capo.

E infatti adesso il nostro percorso si chiama "Diventa quello che sei" ed è incentrato proprio su questo: conoscere te stesso, uccidere il demone, infiammare il cielo.

Quindi se vuoi realizzare il tuo sogno da artista, a mio parere la soluzione che cerchi non è nel mero marketing, nelle playlist, negli ascolti, nelle inserzioni, ecc

Ma in un sistema che unisca queste 3 cose: vocazione, mindset, e marketing.

Il marketing da solo, purtroppo non basta.

Perché puoi avere il miglior mix e master del mondo, ma se i musicisti non si presentano, o si presentano senza strumenti, la canzone non uscirà mai.

Ronin - La magia di usare i social, in accordo con la tua arte e i tuoi valori